La tavola offre frutta e verdura di carattere. Bollito di carne e pollame per un pieno di sapore.

Sulla tavola di questo periodo troviamo gli agrumi: arance, cedri, cedri, mandarini e clementine non possono proprio mancare nel carrello della spesa. Ricchi di vitamina C, fibre e zuccheri, sono alimenti ottimi per affrontare il freddo. Per beneficiare al meglio delle loro proprietà, preferibile consumarli a spicchi, anziché spremuti. Non possono mancare neanche i kiwi. Il kiwi è un vero concentrato di vitamina C, ne contiene un quantitativo superiore rispetto agli agrumi. Per quanto riguarda la verdura, è il turno di cavoli, cavolfiori, broccoli, verze, rape, finocchi, radicchio rosso, cicoria catalogna e spinaci. Ortaggi molto versatili che possono essere ingredienti di molte ricette, dall’antipasto fino al contorno. Tra le verdure da non scordare la catalogna, una varietà di cicoria che si differenzia dalle altre per la presenza delle puntarelle, germogli molto teneri che possono essere consumati anche crudi. In abbinamento a tutto questo ben di Dio della natura, a gennaio sono graditi piatti più sapidi, corposi e decisamente sostanziosi. Primo fra tutti il bollito, che, declinato nelle sue innumerevoli forme, dà nobiltà e sapore ad ogni menu. Testina, cotechino, coda di manzo, costine, nervetti, o anitra e cappone lessi, possono essere il leit motiv di un pranzo perfetto. Come ci insegna la serata del 6 febbraio che le Buone Tavole dei Berici organizzano all’Antica Trattoria Al Sole di Castegnero dedicata a “Sua Maestà il Bollito.”Un menu ricco, appetitoso e molto invitante per affrontare l’inverno nel miglior modo possibile: mangiando bene e saporito.