Eventi

Green pass: questo sconosciuto.

La Certificazione verde COVID-19 (Green pass) è richiesta in Italia per partecipare a feste per cerimonie civili e religiose, accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture(eventualmente anche per spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione”). Il Green Pass è inoltre necessario per accedere a qualsiasi tipo di servizio di ristorazione al tavolo al chiuso, spettacoli, eventi e competizioni sportive, musei, istituti e luoghi di cultura, piscine, palestre, centri benessere, fiere, sagre, convegni e congressi, centri termali, parchi tematici e di divertimento, centri culturali e ricreativi, sale da gioco e casinò, concorsi pubblici. Le Buone Tavole dei Berici si sono immediatamente adeguate alle norme ministeriali: fin da subito i ristoranti dell’Associazione hanno messo in atto i controlli e gli accertamenti del caso.
Le informazioni circolanti sono molteplici e spesso contrastanti, tanto che anche molti gestori non hanno ancora ben chiare le procedure sia per ottenere che per richiedere la Certificazione Verde Covid-19 ai propri clienti. Secondo una fonte accreditata, il sito governativo www.dcg.gov per ottenere il Green Pass, serve la vaccinazione in un’unica dose per coloro che hanno già contratto il virus e in due dosi per tutti gli altri. Oltre a ciò, attualmente i test validi per averlo sono i seguenti:

  • test molecolare: permette di rilevare la presenza di materiale genetico (RNA) del virus; questo tipo di test è effettuato su di un campione di secrezioni respiratorie, generalmente un tampone naso-faringeo.
  • test antigenico rapido inserito nell’elenco comune europeo: questo test effettuato tramite tamponi nasali, orofaringei o nasofaringei permette di evidenziare rapidamente (30-60 min) la presenza di componenti (antigeni) del virus.

Sono al momento esclusi autotest rapidi; test salivari; test sierologici.
E’ sempre bene ricordare che il Green Pass va comunque richiesto e presentato all’ingresso di bar, ristoranti, pizzerie e pubblici esercizi in toto.

Green Pass – Certificazione Verde Covid-19

Bianco candido.

Mai colore è stato più apprezzato, desiderato, voluto. Secondo le fonti ufficiali stiamo tornando alla normalità, dopo i giorni bui del lockdown. La fiammella della speranza si è riaccesa. Naturalmente, tutto dovrà procedere per gradi, ma si incomincia a vedere la luce in fondo al tunnel. L’estate del 2021 si presenta piena di iniziative, di intenti, di progetti, in vista di un autunno che potrebbe portare nuova linfa alle attività economiche. La ristorazione affronta una nuova ripartenza, alla quale si associa anche una ripresa dell’offerta turistica, che lascia intravedere spazi e tempi di rinnovato entusiasmo. Anche il settore degli eventi e dei matrimoni si sta allineando in questa direzione e tutto fa presumere che possa avere vita un nuovo Rinascimento, nel quale ritrovare valori ed esperienze.

Pasqua in tempo di pandemia.

Un’altra Pasqua sofferta. Un’altra Pasqua senza la gioia di poter incontrare i propri familiari e decidere insieme a loro quale ristorante scegliere per celebrare la festa più importante della Cristianità. Un’altra Pasqua fatta di rinunce e di attese, di speranze e disillusioni. Ancora una Pasqua singolare, segnata dal tempo dell’epidemia. Una Pasqua che però non deve e non vuole perdere la propria connotazione di rinascita dove il suo significato di “passaggio” oggi più che mai acquista un valore particolare: la promessa di un futuro più sereno. Un futuro dove la ristorazione potrà tornare alla luce, dove il ritrovarsi insieme attorno ad un tavolo rappresenterà nuovamente un momento di condivisione e di gioia. Per far sì che anche quest’anno, comunque, la Pasqua, mantenga i suoi sapori e i suoi significati, le Buone Tavole dei Berici si sono impegnati al massimo per sviluppare un servizio di delivery e di asporto efficiente e puntuale. I menu di Pasqua sono tutti online e ogni ristoratore(Monica Gianesin Trattoria Albergo Isetta, Renato Rizzardi La Locanda di Piero, Davide Pauletto Le Vescovane, Roberto Berno Antica Trattoria Al Sole, Giuseppe Zamboni Trattoria Zamboni) ha selezionato per i propri clienti una serie di piatti che parlano di tradizione con grande attenzione alle materie prime e alle preparazioni. Per realizzare il più possibile un avvolgente abbraccio di affettuoso comfort, che faccia sentire uniti e partecipi tutti i commensali ricreando virtualmente l’atmosfera speciale dello stare insieme. A Pasqua, con i propri cari. Anche a casa propria, come al ristorante.