News

Gustus incontra le Buone Tavole dei Berici

img-20171104-wa0004

Successo per le Buone Tavole dei Berici a Gustus, l’evento organizzato dal Consorzio di tutela dei Vini Colli Berici e Vicenza, tenutosi nello Spazio Scarpa della Biblioteca Internazionale La Vigna di Vicenza. La cucina della tradizione ha incontrato i gusti dei numerosi visitatori intervenuti durante la manifestazione, che ha registrato un’affluenza da record soprattutto per le degustazioni guidate, che avevano come protagonisti i vini autoctoni della zona. Gli chef delle Buone Tavole si sono profusi con il consueto impegno nella preparazione di piatti caldi, come la crema di zucca o il minestrone, mentre assaggi di baccalà alla vicentina e altre prelibatezze hanno consentito di gustare i sapori del territorio in una variegata gamma di variazioni e di stuzzicanti novità.

Da Venere a Bacco. Tutti i colori del cibo.

tavolozza_piatti

Saranno i colori del cibo a dare il via alla nuova rassegna enogastronomica delle Buone Tavole dei Berici, la ultratrentennale associazione di ristoratori che per la stagione 2017-2018 ha deciso di organizzare una serie di incontri dove la materia prima diventa il fulcro della narrazione gastronomica. “Da Venere a Bacco. I colori del cibo” è infatti il titolo della serata inaugurale di questo nuovo ciclo e che si terrà il 29 ottobre alla Trattoria Albergo Da Isetta di Grancona. Insieme alla padrona di casa, Monica Gianesin, ai fornelli ci saranno anche Guseppe Zamboni della Trattoria Zamboni di Lapio, Gino Gasparella del Ristorante Piccolo Mondo di Zovencedo e Roberto Berno dell’Antica Trattoria Al Sole di Castegnero, nonché presidente dell’Associazione. La novità di quest’anno è affidata alla materia prima e alle sue più svariate e diversificate declinazioni, che si potranno risolvere in abbinamenti insoliti e mai scontati, fino ad una vera e propria rivoluzione del concetto di menu in senso classico. Infatti, la sala d’accoglienza sarà divisa in isole e ognuna di esse sarà l’alfiere di alcuni alimenti : il riso, la frutta, la verdura o la carne. Il gioco sarà di seguire un percorso fra un’isola e l’altra, dove le diverse materie prime si accosteranno fra di loro in modo fintamente casuale o deliberatamente provocatorio. Ci sarà allora il riso unito ai porri e alle patate, oppure arricchito di ragù di coniglio o, trasformato in cialda, diventare uno splendido dessert accompagnando fichi caramellati in coulis di lamponi. Ancora coniglio, ma stavolta arrotolato e servito con verdurine saltate oppure in umido con la polenta, sarà servito in un’altra postazione, mentre nella terza ecco proporsi lo scamone in tartare con colatura di lamponi unito a caramelle di carpaccio con zucca in saôr. Se cerchiamo la zucca, il percorso del gusto ci porterà a trovarla sottoforma di sformatino su salsa di patate, oppure negli gnocchi conditi con il ragù di coniglio (sempre lui!). Si viene a tracciare così una sorta di fil rouge che unisce un piatto all’altro, una rete virtuale che unisce e scompone gli alimenti, dando vita sempre a nuove creazioni e ad improvvise scoperte. Il percorso sarà guidato e commentato dagli stessi chef con il coordinamento di Giovanni Veronese, curatore della rassegna. Al suo fianco parteciperanno i produttori delle materie prime che si presteranno a domande e curiosità sui loro prodotti. I vini saranno selezionati fra le etichette vicentine e venete e saranno anch’essi accompagnati dai titolari delle cantine di provenienza.

Da Venere a Bacco, i colori del cibo. Prova generale.

ortaggi-di-ottobre

Cibus in itinere è già in cammino se così possiamo dire. Infatti, martedì 3 ottobre alla Trattoria Albergo da Isetta di Grancona, Vicenza, sarà realizzata la prova generale in vista della serata inaugurale. In questo contesto, gli chef delle Buone Tavole dei Berici, Gino e Luisa Gasparella del “Piccolo Mondo” di Zovencedo, Giuseppe Zamboni della Trattoria Zamboni di Lapio e Roberto Berno dell’Antica Trattoria “Al sole” di Castegnero, assieme alla padrona di Casa Monica Gianesin, prenderanno le misure alla nuova formula del ciclo di incontri enogastronomici 2017-2018 per offrire il massimo ai propri ospiti. Il tema è molto accattivante: “Da Venere a Bacco. I colori del cibo”, dove sapori e colori si intersecheranno, si mescoleranno e si contamineranno in un perfetto equilibrio di gusto e sensazioni, creando quasi una sorta di danza simbolica, fra crudo e cotto, fra spezie e aromi, fra profumi e delicatezze. Un tripudio di piacevoli golosità per esplosive emozioni di sapore.