Ricette

Piatti speciali con ricette semplici. Per portare gusto e ricordo a casa propria.

puzzle_piatti

Piatti ben fatti e preparati per dare gusto ai colori e sapore ai profumi. “Da Venere a Bacco” sarà lo scenario di creazioni inedite e raffinate, di accostamenti inusuali e sorprendenti. Fra le proposte: sfoglia di cialda di parmigiano,fichi, prosciutto crudo e caprino, oppure battuta di sorana con coulis di lamponi e riso vialone nano con patate e porri su crema di zucca. E ancora, lasagna di porri e tartufo nero dei Berici, o riso Venere con ragù di coniglio e bastoncini di sedano rapa aromatizzati all’anice. Solo per dare qualche esempio, in attesa di assaggiarli!

Anitra per il 7 ottobre.

anitra_arrosto

Ingredienti:
un’anitra, di cortile (muta) o germano reale,
bacche di ginepro,
chiodi di garofano,
2 carote a pezzetti,
2 agrumi(limoni/arance/lime a piacere)
1 bicchiere vino bianco
olio evo,
sale

Dopo aver pulito e fiammeggiato l’anitra la si lessa in abbondante acqua non salata. Una volta cotta (le carni devono rimanere sode), la si prepara per la cottura al forno. Si cosparge l’anitra con le spezie e se ne infilano anche dentro la pancia del volatile insieme a qualche grano di sale grosso. Prima di metterla in forno a 180°C si spremono gli agrumi (le cui bucce possono essere inserite a piacere nella pancia per dare un maggiore aroma di freschezza) e si bagna l’anitra. Si passa con un giro d’olio e poi si inforna per una mezz’ora circa. Durante la cottura bagnare l’anitra con il fondo di cottura. Quasi alla fine, versare il vino bianco e lasciare che evapori. L’anitra sarà pronta, quando la pelle sarà dorata e asciutta, ma non secca.

Tortino di castagne

tortino-di-castagne2

Ingredienti per 4/6 persone
5 uova
6-700 gr di marroni o castagne
250 gr di zucchero
Sale q.b.
250 ml di panna liquida

Lavare bene i marroni e inciderli sulla buccia. Passarli velocemente in forno già caldo a 220°C per qualche minuto (nb. questa operazione consente alle pellicine interne alla buccia di staccarsi meglio in fase di sbucciatura). Poi si lessano e si sbucciano. Si passano ancora tiepidi con lo schiacciapatate e si lasciano raffreddare. Intanto, sbattere bene i tuorli delle uova con lo zucchero fino a farli diventare bianchi e spumosi. Tenere da parte gli albumi che andranno montati a neve ferma con un pizzico di sale. Unire tutti gli ingredienti e versare in una teglia imburrata e infarinata. Mettere in forno già caldo a 180°C. per 15 – 20 minuti. Prima di togliere il dolce dal forno, fare la “prova stecchino”. Se si volesse adottare una soluzione più elegante, l’impasto può essere versato in formine singole, anche usa e getta. Servire con la salsa di accompagnamento e a piacere con della panna montata.

Per la salsa di accompagnamento:
500 ml di vino Porto rosso
1 tazzina da caffè di zucchero di canna
2 – 3 frutti di anice stellato
1 pezzetto di cannella o un cucchiaino di cannella in polvere
Versare il vino in un pentolino assieme a tutti gli ingredienti e metterlo sul fuoco a fiamma dolce fino a quando non si sarà ristretto. Attendere che si raffreddi e servire assieme alla torta di castagne.